#HackCultura2019 – l’hackathon degli studenti per la “titolarità culturale”

Da #DICULTHER riceviamo e volentieri pubblichiamo.

 

Martedì 9 ottobre, al MIUR, alla presenza del Sottosegretario di Stato al MIUR, Salvatore GIULIANO e del Sottosegretario di Stato al MiBAC, Gianluca VACCA, è stato lanciato il primo hackathon degli studenti per la “titolarità culturale” #HackCultura2019:
https://www.diculther.it/hackcultura2019-lhackathon-degli-studenti-per-la-titolarita- culturale/

L’iniziativa, presentata nel corso dell’incontro “Per una Scuola protagonista della cultura nell’era digitale

(https://www.diculther.it/blog/2018/10/05/miur-9-ottobre/) promosso dalla rete DiCultHer in collaborazione con EUROPEANA Education, INDIRE, MiBAC-ICCU, SCHOLAS Occurrentes, è rivolta allo sviluppo di progetti digitali da parte degli studenti delle scuole italiane, per favorire nei giovani, in un’ottica di ‘titolarità culturale’, la conoscenza e la ‘presa in carico’ del patrimonio culturale nazionale.

 

#HackCultura2019 si colloca in un contesto di proposte progettuali di metodologie innovative per la valorizzazione del patrimonio – tangibile, intangibile e digitale – centrate sull’engagement delle fasce giovanili della popolazione, chiamate, in una logica di esercizio di cittadinanza e di progettazione partecipata, a ‘prendere in carico’ il patrimonio come complesso di risorse di cui aver cura a livello individuale e come comunità.

Perchè:

#HackCultura2019 nella sua visione di insieme persegue una pluralità di obiettivi:

  1. garantire il ‘diritto di ogni cittadino ad essere educato alla conoscenza e all’uso responsabile del digitale per la piena titolarità del patrimonio culturale’
  2. promuovere, mediante l’uso del digitale, la conoscenza e la promozione dei luoghi e dei temi della cultura
  3. implementare soluzioni di sviluppo territoriale
  4. attivare i giovani come driver di coinvolgimento di diverse fasce di popolazione distanti dal patrimonio
  5. costruire contest innovativi intorno a memoria, testimonianze, opere, prodotti culturali

Chi:

Ad #HackCultura2019 sono invitati a partecipare tutti gli studenti delle scuole italiane di ogni ordine e  grado. In particolare è rivolto a tutte le scuole chiamate a realizzare i progetti previsti dal Bando PON – MIUR “Patrimonio Culturale”, in programmare per l’a.s. 2018-2019.

#HackCultura2019 si candida quindi a diventare un punto di riferimento all’interno di questo rilevante processo di engagement promosso dal MIUR sul proprio Patrimonio Culturale.

Dove:

Presso ciascuna Sede Scolastica e/o luogo della cultura (museo, biblioteca, archivio, etc.)  aderente all’iniziativa.

Che cosa:

Produzione di un RISULTATO, appartenente ad una delle seguenti tipologie:

  • servizi e/o prodotti (soluzioni, percorsi, video, audioguide, oggetti multimediali, installazioni AR, etc.)
  • strumenti (applicazioni, dispositivi, etc.)
  • metodi e strumenti per favorire l’approccio più ampio di pubblico  (con attenzione all’inclusione di ‘non pubblici’, ‘Soggetti Fragili’…) al patrimonio culturale tangibile, intangibile, digitale
  • interventi innovativi per mappare, rendere accessibile, sostenere, promuovere, valorizzare e monitorare il patrimonio culturale dei territori
    E’ prevista, con il contributo di INDIRE, una ulteriore iniziativa per supportare le scuole stesse nella fase di documentazione del percorso/progetto: lo scopo è quello di valorizzare maggiormente i progetti trasformandoli in buona pratica che possa ispirare a sua volta altre scuole. Condividere la propria esperienza significa contribuire alla realizzazione di una comunità dialogante, che si arricchisce reciprocamente, in un’ottica di miglioramento continuo. I progetti più innovativi concorreranno alla realizzazione della “Biblioteca delle Migliori pratiche“, un progetto di INDIRE che si occupa proprio di fornire strumenti per documentare in maniera generativa le pratiche didattiche innovative delle scuole.

Le SFIDE:

Per l’individuazione delle SFIDE si è cercato di proporre obiettivi con una rilevanza “a lungo termine” per i quali l’occasione di #HackCultura2019 possa costituire solo un passo in un percorso più ampio che preveda la costruzione di “contenitori di patrimoni digitali scolastici” stabili.
Di seguito l’elenco delle SFIDE, descritte singolarmente nelle pagine di approfondimento:

  1. SFIDA 1: Riuso di contenuti digitali aperti #imparaconEuropeana
  2. SFIDA 2: Laboratori creativi di Umanesimo Solidale
  3. SFIDA 3: Museo digitale delle scuole italiane
    • SFIDA 3.1 Da un oggetto racconta la tua scuola
    • SFIDA 3.2 Scopri il patrimonio della tua scuola
  4. SFIDA 4: Eventi culturali 2019